C.I.C.A. Bologna
Azienda - Soci



Direzione

Piero Cavrini (Direttore)
tel. +39 051/520.330
fax. +39 051/520.054
cell. +39 335/6914674
p.cavrini@cicabo.it

Afro Stecchezzini (Vicedirettore)
tel. +39 051/520.330
fax. +39 051/520.054
cell. +39 335/6849167
a.stecchezzini@cicabo.it
afro_stecchezzini

Soci

Soci istituzionali

  • Sen. Giovanni Bersani;
  • Sig. Bongiovanni Gianfranco;
  • Centro Servizi Amministrativi di Confcooperative.

Le cooperative socie

Cooperativa San Giovanni Battista

Il 2 luglio del 1950 tredici soci fondatori costituirono la Cooperativa Agricola San Giovanni Battista, la quale ancora oggi gestisce un patrimonio di terreni e macchine, di proprietà della stessa, indivisibile tra i soci.
L’azienda è localizzata nel comune di Crevalcore, nella frazione di Palata Pepoli, dove si estende su una superficie di circa 260 ettari. L’attività agricola della cooperativa consiste nella produzione di colture erbacee estensive, arboree ed orticole. Vanno sottolineate l’appartenenza della cooperativa ad un’area particolarmente vocata alla produzione del pomodoro e l’alta professionalità del territorio dovuta alla presenza di importanti strutture industriali dedite alla trasformazione del prodotto.

Cooperativa Motta & Bosco

La Cooperativa agricola Motta & Bosco è proprietaria e conduttrice diretta di un’azienda agricola di 570 ettari. Tale azienda, sita al confine tra i comuni di Malalbergo, San Pietro in Casale e Galliera, nella provincia di Bologna, interessa terreni pianeggianti sui quali i soci dell’azienda praticano colture estensive di cereali, piante proteiche ed oleaginose, nonché barbabietola da zucchero, orticole da industria quali pisello, mais dolce e pomodoro. E’ inoltre praticata la coltivazione del riso e si eseguono prove sperimentali sulla barbabietola da zucchero per varie aziende del settore. Quasi tutta la superficie aziendale rientra in un’azienda Faunistica Venatoria ed è pertanto caratterizzata da una serie di elementi naturali tipici delle zone vallive di grande inportanza floro-faunistica e storico-culturale. La zona umida rappresenta una testimonianza antica di come si presentava il territorio molti secoli fa. La sua denominazione “Valle Tombe” deriva dalla destinazione, in età etrusca, di parte dell’attuale azienda, a cimitero: i ritrovamenti di tombe etrusche e di altri vari oggetti dell’epoca testimoniano l’autenticità delle origini. La particolare attenzione per la salvaguardia dell’ambiente, prestata dalla cooperativa, ha mantenuto integre le caratteristiche che fanno oggi del “Zona a Protezione Speciale (ZPS)”, identificata dall’Unione Europea

www.mottaebosco.it

Cooperativa C.A.L.C.

La Cooperativa C.A.L.C. (Cooperativa Agricola Lavoratori Cristiani) è stata costituita il 20 marzo 1949 da un gruppo di lavoratori molinellesi che trovarono nella cooperazione un mezzo per emanciparsi e per progredire unendo le proprie forze. La superficie aziendale è di circa 360 ettari suddivisi in due tenute situate nel comune di Molinella (Bo): la “Cavaliera” e la “Boscosa”. La Cooperativa ha sempre dimostrato, nel corso della sua vita, una particolare attenzione alla salvaguardia del territorio mantenendo i requisiti che hanno reso possibile l’identificazione, da parte dell’Unione Europea, della “Boscosa” come Zona a Protezione Speciale (ZPS) e Sito ad Interesse Comunitario (SIC). L’indirizzo produttivo è orientato alle colture estensive classiche (cerealicole, oleoginose e foraggere) secondo i disciplinari di Produzione integrata. La presenza di un “Museo della Civiltà Rurale” e di una “Fattoria Didattica” all’interno dell’azienda indicano la grande sensibilità della Cooperativa verso la tutela ed il mantenimento della storia e delle tradizioni della realtà rurale. In linea con le nuove tendenze di economia rurale è presente in azienda un Agriturismo che costituisce un centro d’incontro per attività socio-culturali, ristorazione ed ospitalità in un ambiente cordiale e di notevole valore storico.

Cooperativa Castellina

Il 10 aprile 1949 undici braccianti agricoli costituirono la Cooperativa Agricola Castellina di San Pietro in Casale (Bo). Oggi come allora, l’attività principale della cooperativa nei suoi circa 280 ettari di terreno è costituita dalla coltivazione di colture erbacee.
Negli anni Sessanta la cooperativa ha però diversificato le produzioni inserendo il frutteto nel proprio piano colturale. Essendo posta in area I.G.P., una parte di questa è investita a meleto e pereto, in particolare delle varietà ABATE F., DECANA DEL COMIZIO, KAISER e WILLIAM. Sulla superficie coltivata a frutteto la Cooperativa adotta metodi di produzione integrata, come consigliato dal disciplinare di produzione I.G.P. per il pero dell’Emilia Romagna. La superficie aziendale coincide con l’area di pertinenza di un’Azienda Faunistica Venatoria, caratterizzata dalla presenza di importanti ripristini ambientali e zone umide.

Cooperativa Guardata

La Cooperativa Agricola Guardata di Budrio è una cooperativa di conduzione terreni situata nel comune di Budrio che si estende per circa 185 ettari. L’attività aziendale è incentrata sulle colture seminative di pieno campo.
Considerando la particolare vocazione dell’area, che ha guadagnato il marchio I.G.P. per la produzione della patata, negli ultimi anni vi è stato un crescente interesse nei confronti della coltivazione di questo tubero. La cooperativa gestisce un patrimonio di terreni e macchine, di proprietà della stessa, indivisibile tra i soci.

Cooperativa Agritur

A poco più di un’ora da Bologna e Firenze, nella zona appenninica del Corno alle Scale, si trova la Cooperativa Agritur. La Cooperativa si occupa della produzione, trasformazione e vendita di prodotti tipici. La trasformazione viene fatta in un apposito laboratorio mentre la vendita avviene, oltre che presso negozi specializzati, anche a Vidiciatico in un punto vendita di proprietà della stessa cooperativa. L’Agritur gestisce anche un agriturismo che offre, come servizi agli ospiti, l’alloggio nei rifugi “Segavecchia” (Mt 990) e “Bagnadori” (Mt 1274) e la ristorazione. Gli ospiti possono riscoprire prodotti e piatti tipici nati da antiche ricette montanare gelosamente custodite.

www.coopagritur.com

Cooperativa LA.C.ME.

COOPERATIVA LACME La Cooperativa LA.C.ME., Cooperativa Agricola Lavoratori Cristiani Medicinesi, è una cooperativa di conduzione terreni composta attualmente da 23 soci. Situata a nord di Medicina, fra le frazioni di Buda e Portonovo, l’Azienda agricola si sviluppa su circa 1100 Ha di terreno coltivati in prevalenza a cereali, bietola, girasole ed erba medica, seguendo le indicazioni contenute nei disciplinari di produzione per la lotta integrata. Nell’area aziendale è presente l’Oasi di Protezione della Fauna Selvatica “il Quadrone”, rifugio per innumerevoli specie di animali e vegetali. In prossimità dell’Oasi, dalla ristrutturazione di un ex magazzino del riso, è stato ricavato un centro visite un centro visite, dotato di una sala per proiezioni di audiovisivi, di una sala convegni e di un laboratorio didattico (sede delle attività della Fattoria Didattica, nata per illustrare agli allievi di scuole elementari e medie le tipiche attività rurali). Presso il Centro aziendale chiamato “AIA CAVICCHIO” la cooperativa offre la propria ospitalità in un ristorante agrituristico, nonché nel Centro visite dell’attigua stazione di radioastronomia del CNR. Anche presso quest’ultimo la cooperativa ha attivato una Fattoria Didattica.

www.lacme.it

Cooperativa CA.V.IM.

La CA.V.IM. Soc. Coop. a r.l. nasce nell’anno 1992 dalla fusione di due Aziende Enologiche Cooperative che per molti anni hanno operato nel territorio dell’Emilia ad est di Bologna: la Cantina Sociale San Biagio di Castel Guelfo di Bologna e la Cantina Sociale di Sasso Morelli ad Imola. La produzione della cooperativa CA.V.IM. si diversifica nelle tipologie di vini DOC, DOCG, IGT e vini da tavola. Questi prodotti vengono commercializzati in larga parte sfusi, mentre la rimanente produzione viene in parte imbottigliata (i vini DOC, DOCG e IGT) e in parte commercializzata in fusti o al dettaglio presso la sede aziendale. La cooperativa gestisce un patrimonio di terreni e macchine, di proprietà della stessa, indivisibile tra i soci.

www.cavimimola.it

Cooperativa Agricola Odoardo Focherini

La cooperativa sorge nel giugno 1948 ad opera di un gruppo di "lavoratori della corrente sindacale cristiana" di S. Martino Spino (MO). La Cooperativa nasce anche e soprattutto per cercare di dare una risposta alla "fame" di lavoro di vasti strati della popolazione sanmartinese in particolare braccianti e contadini. La svolta per la Cooperativa avviene nell'agosto del 1954 quando centra quello che era da sempre il suo obiettivo primario: l'acquisizione dei 600 ettari demaniali parte della tenuta del Centro Quadrupedi, dove l'esercito aveva insediato da tempo l'allevamento di cavalli e muli.
Oggi in parte si è ricreato l’ambiente originale delle zone umide, quindi boschi, stagni e laghetti; il resto viene coltivato.
Le produzioni sono tipiche della zona: oltre al frumento, al mais e alle barbabietole da zucchero si producono pomodori, soia, sorgo e cipolle. Ma le produzioni agricole maggiormente caratterizzanti sono i meloni coltivati in serra e in pieno campo ed i cocomeri rinomati in Italia e all’estero per le loro qualità organolettiche. La Cooperativa gestisce inoltre un Ristorante ed un Agriturismo.

www.focherini.it

Oroverde Soc. Coop

 
 

C.I.C.A. BOLOGNA   -   cicabo@cicabo.it
Sede legale e operativa: Via delle Lame, 118 - 40122 Bologna - Tel. +39 051.520330 - Fax +39 051.520054
Sede operativa: Via Messidoro, 8/C - 44124 Ferrara - Tel. +39 0532.978607 - Fax +39 0532.978454
P.iva: 00557590379 - Registro imprese di Bologna, CCIAA: BO numero: 84962 - Capitale sociale € 23.902,00 I.V. - cookie policy